Samuele Damilano

Classe ’97, romano. Curioso e riflessivo. Farsi domande - forse anche troppe -, e non dare nulla per scontato i miei principi. Nonostante pareri contrari in casa, ho frequentato il liceo classico al Mamiani. In greco all’inizio non andavo troppo bene. Stracciavo i fogli di appunti per l’irritazione e accumulavo votacci. Ma mi piaceva da impazzire, così come il latino. In questi anni mi appassiono alla letteratura, Svevo e Pirandello in particolare. Al siciliano ho dedicato un tatuaggio. La passione mi porta alla facoltà di lettere a Roma tre. L’Erasmus a Valencia è stato il coronamento di questi tre anni, “mi ha svoltato” come si dice a Roma. Priorità e obiettivi definiti, dopo un anno alla Fondazione Lelio Basso eccomi alla Tobagi.